·Attrazione Maltauro·

A tutti i costi. La City, per dare una nuova sede alla Regione, e il project financing firmato Maltauro, per dare un nuovo mega ospedale alla città di Chieti: il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso affonda sull’acceleratore, Maltauro a tutti i costi va dicendo a destra e a manca, in barba alla consulenza affidata dalla Asl di Chieti alla McDermott non proprio positiva, in barba alla prudenza del manager Pasquale Flacco, in barba alle perplessità dell’assessore alla Sanità Silvio Paolucci, che i suoi dubbi li ha messi nero su bianco. In barba a tutto. Anche al fatto che il progetto è nato in piena era centrodestra, ai tempi di Gianni Chiodi e consegnato il 4 aprile del 2014 nelle mani dell’ex manager della Asl Francesco Zavattaro, e così come è successo per la City, sposato in seconde nozze da Dalfy. Ma il project financing però adesso rischia di andargli di traverso.

maltauro
Questione di giorni. E poi il gruppo Maltauro spa presenterà il nuovo progetto riveduto e corretto. O meglio: adeguato al nuovo codice degli appalti introdotto dal decreto legislativo 50, secondo le prescrizioni del consulente della Asl Marco Cerritelli della McDermott, studio legale associato tra i massimi esperti nei project financing.

Le nuove regole piombano tra capo e collo sulla Maltauro. Tanto che ai primi di maggio Dalfy dà appuntamento ai tecnici per fare il punto sullo stato di avanzamento della procedura, raccomandando ai presidenti delle Commissioni regionali di porre “giusto risalto alla protezione intellettiva di Sant’Ascanio”. Insomma, raccomanda a tutti di lottare, di combattere sfidando tutti e tutto senza mai darsi per vinti, come Sant’Ascanio.

maltauro3

Niente di nuovo, per carità. D’altronde, se non fosse stato chiaro, già qualche tempo prima sempre Dalfy aveva scritto alla Asl di Chieti di ritenere “strategici i contenuti della proposta Maltauro” e che l’eventuale pubblico interesse sarebbe stato dichiarato di lì a poco. E poi, prima ancora che i tecnici studiassero le compatibilità tecniche ed economiche, aveva intimato alla Asl di sospendere “ogni affidamento di lavori e servizi connessi con le strutture e le attività dell’ospedale”. Quei servizi che secondo il project, sarebbero poi stati gestiti da Maltauro. Ma quanta fretta.
E infatti il primo stop arriva col decreto 50, poi con la super consulenza della McDermott, ma anche con i dubbi sollevati dall’assessore al ramo Silvio Paolucci. Che invita tutti a riflettere, soprattutto alla luce delle modifiche introdotte dal decreto legislativo 50, ma anche sui costi dell’intera operazione, visto che la sanità è commissariata e siamo in periodo di spending rewiev. Ma il nodo che viene prepotentemente al pettine riguarda proprio l’affidamento dei servizi, quelli che Dalfy ha chiesto di sospendere già due mesi fa: Maltauro infatti vuole gestire tutti i servizi ospedalieri, compresi quelli di Lanciano, Vasto e Ortona, quando invece il progetto del nuovo ospedale interessa solo Chieti. Un favorino non da poco per il gruppo di Vicenza.

Silvio Paolucci

Silvio Paolucci

Una montagna di problemi che la Asl di Chieti dovrà valutare in tutta fretta e attentamente, non appena il gruppo Maltauro presenterà il nuovo progetto. Un progetto che piaceva molto, moltissimo anche al centrodestra, che adesso assiste quasi muto e impassibile alla corsa di Dalfy, preferendo accanirsi su qualche nomina della Asl come fa Mauro Febbo: meglio la pagliuzza della trave, meglio parlare d’altro, così l’enormità dell’operazione passa in secondo piano.
Perché tanto, alla fine, la domanda è soltanto una: come farà un’azienda che ha la bellezza di 30 milioni di perdite a sopportare il peso di un project financing che bene che vada costerà almeno 10 milioni di euro annui in canoni di disponibilità? Ed è sicuro che sia l’unica soluzione possibile, e quella economicamente più abbordabile e corretta?
ps: A sentire McDermott, che non è l’ultimo arrivato, proprio no.




Articoli correlati

  • Nuovo stop a Maltauro9 Luglio 2016 Nuovo stop a Maltauro Una strada in salita. Non solo per Maltauro, ma per tutte le società che in Abruzzo e altrove hanno presentato progetti di project financing. C'è un parere del consulente della Asl di […]
  • Via a Maltauro, tra asini e impaurimenti10 Luglio 2018 Via a Maltauro, tra asini e impaurimenti E’ tutto pronto per Maltauro, la gara per il project financing partirà entro 60 giorni: il presidente della Regione Luciano D’Alfonso lo annuncia in una conferenza stampa circondato dai […]
  • Ultimatum Maltauro12 Dicembre 2018 Ultimatum Maltauro Ha perso la pazienza il raggruppamento di imprese Maltauro. Un ultimatum vero e proprio è arrivato il 6 dicembre scorso sul tavolo del vice presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli […]
  • Maltauro, nuova tegola sul project financing21 Giugno 2018 Maltauro, nuova tegola sul project financing C’è un nuovo esposto dei Cinquestelle contro il project financing dell’ospedale di Chieti. Lo firma Sara Marcozzi: tocca di nuovo all’Anac (che già aveva aperto una procedura di inchiesta) […]