·Arta, la sveltina che allunga la vita·

In questo caso la sveltina porta la firma di Giovanni Lolli, è lui il proponente della delibera che il 10 aprile scorso, alla presenza della new entry Giorgio D’Ignazio, ha allungato la vita al direttore generale dell’Arta, agenzia regionale per la tutela ambientale, Francesco Chiavaroli.

D’Alfonso negli uffici Arta

Sì, una sveltina bella e buona, e in questo caso il vice presidente Giovanni Lolli fa il copia-incolla delle volontà del presidente-senatore senza battere ciglio: con un tratto di penna cancella la frase con la quale si stabilisce che il direttore “decade comunque all’atto dell’insediamento del nuovo consiglio regionale” e consente così all’uomo di fiducia del governatore di restare al suo posto  anche dopo la fine della legislatura. Il contratto di Chiavaroli è stato firmato il 27 dicembre del 2016 ma poi la giunta, il 10 aprile scorso, ha aggiustato il tiro: nella delibera si fa riferimento a una sentenza della Corte costituzionale, la numero 20 del 2016, che stabilisce come “in presenza di figure tecnico-professionali, titolari di funzioni prevalentemente organizzative e gestionali, responsabili del perseguimento di obiettivi definiti in appositi atti di pianificazione e indirizzo, deliberati dagli organi di governo regionale, non possano applicarsi i meccanismi della decadenza automatica richiamati nel contratto di lavoro”.

Giovanni Lolli

Una sentenza sulla quale la Regione si è buttata a pesce e che spiana la strada a chissà quante altre proroghe/sveltine.

ps: e in questo modo anche quando D’Alfonso alla fine se ne andrà, la Regione resterà piena di dalfonsini. E il cambio di marcia che in tanti si aspettano con la guida di Lolli, purtroppo non ci sarà: questo è sicuro.




Articoli correlati

  • Federica e Amicone, che abisso10 Febbraio 2017 Federica e Amicone, che abisso C’è la sottosegretaria Federica Chiavaroli che va in carcere a Vasto a far visita all’omicida Fabio Di Lello, perché gliel’ha chiesto il ministro della Giustizia Andrea Orlando e perché […]
  • Rimpastino zero virgola10 Aprile 2018 Rimpastino zero virgola Dalfy resta presidente, però il compito di presentare alla stampa il rimpastino di fine legislatura tocca a Giovanni Lolli, vice presidente con delega alle rogne (e alle pessime figure).  […]
  • Legionella, quanta flemma9 Marzo 2016 Legionella, quanta flemma Se la sono presa comoda, comodissima. E adesso che si è scatenato il panico tra i dipendenti, la Regione Abruzzo cerca di correre ai ripari. E insomma, con la legionella si può anche […]
  • Manovre all’Agir, arriva il mega direttore23 Maggio 2018 Manovre all’Agir, arriva il mega direttore Prepara un altro colpaccio, il presidente-senatore Luciano D’Alfonso, forse l’ultimo (insieme alla stabilizzazione di una decina di fedelissimi, ai quali da tempo ha promesso il contratto […]