·Apperò la Segre è in cattedra·

E’ la notizia più bella della settimana, una di quelle notizie che riappacificano col mondo e scaldano il cuore, in un’epoca buia di odio e di razzismo: la senatrice Liliana Segre diventa membro onorario del Corpo Accademico dell’università Gabriele d’Annunzio di Chieti- Pescara. L’idea, suggerita dal professor Stefano Trinchese, è stata immediatamente abbracciata dal rettore Sergio Caputi e approvata dal Senato accademico lo scorso 9 ottobreApperò che bella iniziativa ha assunto il Magnifico.

Liliana Segre

Il riconoscimento le verrà attribuito domani 30 ottobre nell’auditorium del rettorato nel Campus di Chieti. Questa  sarà la prima volta che la D’Annunzio attribuisce il prestigioso riconoscimento (il regolamento che lo istituisce è stato approvato il 16 ottobre scorso).

Liliana Segre – si legge nella motivazione – è indubbiamente una figura di chiara fama nazionale per gli alti meriti di fronte all’umanità, poiché, quale testimone e protagonista di una delle pagine più tragiche della storia del Novecento, ha contribuito a diffondere, ad approfondire e a rendere viva davanti ai giovani la memoria di quelle vicende, promuovendo nelle coscienze il sentimento di consapevolezza storica, di umanità e di pacifica convivenza, in luogo dell’indifferenza e dell’odio razziale, condizione necessaria e imprescindibile per il progresso culturale e scientifico. La sua opera di testimonianza orale – prosegue la motivazione – risponde in pieno ai criteri che la recente storiografia scientifica ha imposto per la ricostruzione della oral history, vale a dire per l’utilizzo della testimonianza orale quale fonte documentaria di primario valore scientifico per la ricostruzione storica. Nell’attuale momento storico – conclude la motivazione – appare importante ricordare la pagina storica della Shoah e in questo senso il riconoscimento a una personalità come Liliana Segre apporterebbe sicuro prestigio alla nostra Università”.

Apperò Sergio Caputi, che bel messaggio che lancia l’Università.




Articoli correlati

  • Dal rettore schiaffo ai politici17 Dicembre 2019 Dal rettore schiaffo ai politici Neutralità della politica, rispetto, autonomia: ci sono tre parole chiave nelle parole del rettore dell’Universtà Gabriele D’Annunzio che a dispetto dei toni pacati, mette alcuni  paletti […]
  • Caputi ci ripensa: no all’ex Cofa12 Dicembre 2019 Caputi ci ripensa: no all’ex Cofa L’ha detto martedì al Senato accademico, e a questo punto è ufficiale: Sergio Caputi, il rettore dell’Università d’Annunzio ha bocciato l’ipotesi del trasferimento dell’Ateneo all’ex […]
  • Anche l’Ateneo copia6 Ottobre 2020 Anche l’Ateneo copia Come uno studente un po’ furbetto, l’Università Gabriele D’Annunzio ricorre al copia-incolla. Sarà stata la fretta, sarà stato che il direttore generale Giovanni Cucullo proviene proprio […]
  • Seicento sindaci per la Segre, tranne Masci11 Dicembre 2019 Seicento sindaci per la Segre, tranne Masci Seicento sindaci tranne uno: quello di Pescara, Carlo Masci, che ha  disertato la manifestazione di Milano in difesa di Liliana Segre. Non bastava la gaffe sulla cittadinanza onoraria […]