·Appero’ Enrica, che bella vittoria·

Apperò Enrica Sabatini, tre anni di lotte e di timori, e alla fine la verità: ha avuto ragione e non ha offeso nessuno quando ha detto che quella di Veronica Teodoro era una nomina frutto di spartizione, e sì, che si trattava proprio di “familismo amorale”. Si può dire, soprattutto, “familismo amorale”: il giudice ha rigettato la richiesta di papà Gianni Teodoro (oggi assessore) che aveva citato l’esponente dei Cinquestelle chiedendo un risarcimento danni di 250 mila euro.

Enrica Sabatini

Tre anni di tribunale, e alla fine la sentenza: Teodoro dovrà pagare interamente le spese processuali, 8.500 euro. I fatti risalgono al dopo-elezioni, quando la Teodorina venne nominata nella giunta Alessandrini. La baby-assessore fu duramente, e a questo punto giustamente attaccata dall’opposizione: merce di scambio, niente di più, una ragazzina inesperta e giovanissima messa lì solo perché figlia di.

Gianni e Veronica Teodoro

La sentenza di qualche giorno fa ha stabilito che non ci sono intoccabili e che anzi “non sussiste una generica prevalenza del diritto all’onore sul diritto di critica” e che escludere il diritto di critica ogni volta che leda la reputazione di qualcuno, “significherebbe negare il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero ed esercitare il proprio diritto di critica politica”. Non solo: quanto maggiore è il potere esercitato, e quanto più alta la carica politica, “maggiore è l’esposizione alla critica”, perché chi esercita poteri pubblici deve essere sottoposto a un rigido controllo sia da parte dell’opposizione politica che dei cittadini.
No, non ci sono intoccabili.

“Dopo tre anni oggi è una giornata radiosa perché viene sconfitto il bullismo giuridico e cioè quella attività per cui si viene trascinati in Tribunale, con richiesta di risarcimento danni, da chi non ha quella capacità di dialettica politica, ma che ha anche una debolezza politica che spinge a portare ad atti di intimidazione di questo tipo”,

ha commentato la Sabatini, difesa da Andrea Colletti. Apperò Enrica: il tuo coraggio e la tua forza hanno fatto sì che venisse scritta una pagina giudiziaria molto importante. Per il diritto di critica e contro gli Intoccabili.




Articoli correlati

  • Apperò Veronica, che ballerina25 Settembre 2017 Apperò Veronica, che ballerina Perde la poltrona ma conquista il palo. Mica si è messa a piangere Veronica Teodoro, quando è stata cacciata senza tanti convenevoli dalla giunta di Pescara, anzi si è inventata una […]
  • Teddiboys & tappabuchi26 Maggio 2017 Teddiboys & tappabuchi Non presenta i documenti che attestino la sua compatibilità con l’incarico e la Regione lo mette alla porta. Gianni Teodoro non farà più parte del Collego dei liquidatori del Consorzio per […]
  • Le primarie dei Teddiboys3 Maggio 2017 Le primarie dei Teddiboys Mica c’è solo Alfredo Castiglione, ex assessore regionale di An, che è andato a votare alle primarie del Partito democratico. Ci sono infiltrati di ogni partito, alleati, ex alleati, amici […]
  • Enrica, la facilitatrice19 Dicembre 2019 Enrica, la facilitatrice Da consigliera comunale a socia della piattaforma Rousseau a “facilitatrice”: è strepitosa la carriera politica di Enrica Sabatini, che è partita dai banchi di opposizione del Movimento […]