·Apperò che atto d’amore, per Chieti·

Proprio nell’anno in cui hanno perso la sede. Costretti a trasferirsi altrove. Proprio quest’anno il liceo artistico e coreutico “Nicola da Guardiagrele” di Chieti ha voluto regalare alla sua città un evento che parla del significato di appartenenza ai luoghi, quasi a voler regalare ai cittadini nuove possibilità di lettura, per stimolare una relazione nuova e rinnovata con le loro strade e le case e le mura.

Si chiama “Città invisibile” l’evento organizzato giovedì scorso dagli studenti del liceo artistico nel centro storico: installazioni, video, proiezioni, performance dal vivo:

“Vogliamo scorgere cosa c’è dentro al paesaggio cittadino, fatto di edifici architettonici di tante epoche e di persone che li hanno vissuti e modificati. Siamo di fronte non ad una sola città ma a tante città possibili. Vogliamo rendere visibili i tanti percorsi che attraversano la città, i frammenti di storie, i diversi punti di vista per guardarla”.

E così i giovani artisti hanno guidato i cittadini nel percorso di riscoperta della città, dei suoi edifici di pregio architettonico, “non con un sentimento malinconico ma con uno sguardo critico e un desiderio di slancio verso il futuro”, spiegano sulla loro pagina Facebook.

La mappa ha toccato Palazzo Lepri, il Convitto G.B. Vico, Largo G.B.Vico, corso Maruccino, Palazzo Cocco, Piazza de Laurentis e Piazza Cremonesi.

Apperò ragazzi, un evento bellissimo, come testimoniano le foto delle opere dei giovani artisti. E un grande atto di amore degli studenti e dei docenti del liceo per questa loro città, quella stessa città che li ha costretti ad andare via, giù allo Scalo, sia pure per cause di forza maggiore. 




Articoli correlati

  • Adriatico sarà lei12 Luglio 2018 Adriatico sarà lei E non ci voleva certo la zingara per immaginare che i teatini sarebbero partiti lancia in resta. Così è stato: appena appresa la notizia che il rettore della D’Annunzio Sergio Caputi ha […]
  • Una sede sicura, prima di tutto20 Novembre 2019 Una sede sicura, prima di tutto Una sede sicura, innanzitutto. Una sede unica, possibilmente. Aule per studiare, aule per incontrarsi, laboratori per Architettura e Ingegneria. Studentati. Occorre tutto questo agli […]
  • Sacro & Pagano11 Aprile 2016 Sacro & Pagano E niente. Nazario Pagano, coordinatore regionale di Forza Italia, ha raccontato su Facebook di aver fatto benedire la sede del partito, con tanto di foto. Dismessa la sede storica di […]
  • Apperò che golden boy14 Gennaio 2019 Apperò che golden boy Ha 37 anni, non è proprio un esordiente e ha mandato in delirio la platea dell’”Italia’s got talent” con 100 secondi di purissima adrenalina scatenata da un irresistibile pezzo che ha […]