·Apperò che atto d’amore, per Chieti·

Proprio nell’anno in cui hanno perso la sede. Costretti a trasferirsi altrove. Proprio quest’anno il liceo artistico e coreutico “Nicola da Guardiagrele” di Chieti ha voluto regalare alla sua città un evento che parla del significato di appartenenza ai luoghi, quasi a voler regalare ai cittadini nuove possibilità di lettura, per stimolare una relazione nuova e rinnovata con le loro strade e le case e le mura.

Si chiama “Città invisibile” l’evento organizzato giovedì scorso dagli studenti del liceo artistico nel centro storico: installazioni, video, proiezioni, performance dal vivo:

“Vogliamo scorgere cosa c’è dentro al paesaggio cittadino, fatto di edifici architettonici di tante epoche e di persone che li hanno vissuti e modificati. Siamo di fronte non ad una sola città ma a tante città possibili. Vogliamo rendere visibili i tanti percorsi che attraversano la città, i frammenti di storie, i diversi punti di vista per guardarla”.

E così i giovani artisti hanno guidato i cittadini nel percorso di riscoperta della città, dei suoi edifici di pregio architettonico, “non con un sentimento malinconico ma con uno sguardo critico e un desiderio di slancio verso il futuro”, spiegano sulla loro pagina Facebook.

La mappa ha toccato Palazzo Lepri, il Convitto G.B. Vico, Largo G.B.Vico, corso Maruccino, Palazzo Cocco, Piazza de Laurentis e Piazza Cremonesi.

Apperò ragazzi, un evento bellissimo, come testimoniano le foto delle opere dei giovani artisti. E un grande atto di amore degli studenti e dei docenti del liceo per questa loro città, quella stessa città che li ha costretti ad andare via, giù allo Scalo, sia pure per cause di forza maggiore. 




Articoli correlati

  • Adriatico sarà lei12 Luglio 2018 Adriatico sarà lei E non ci voleva certo la zingara per immaginare che i teatini sarebbero partiti lancia in resta. Così è stato: appena appresa la notizia che il rettore della D’Annunzio Sergio Caputi ha […]
  • Falsa partenza per Di Stefano23 Settembre 2020 Falsa partenza per Di Stefano Non ce l’ha fatta a vincere al primo turno il candidato della Lega Fabrizio Di Stefano e il nuovo sindaco di Chieti uscirà dal ballottaggio del 4 ottobre prossimo: l’ex parlamentare di An […]
  • Sindaco e monsignore come Peppone e don Camillo16 Aprile 2020 Sindaco e monsignore come Peppone e don Camillo Peppone e don Camillo rispetto a loro erano due giocatori di fioretto. In realtà il sindaco di Chieti Umberto Di Primio e l'arcivescovo Bruno Forte, lo scorso venerdì santo e nei giorni […]
  • La new entry leghista madrina del Gay pride21 Gennaio 2020 La new entry leghista madrina del Gay pride Tensioni e mal di pancia nella Lega di Chieti tra la vecchia guardia e le new entry annunciate da Matteo Salvini durante la sua ultima visita al Supercinema a dicembre scorso. Che non […]