·Angelini l’insolvente·

C’è anche la Novafin Spa, da poco fallita, appartenente a Vincenzo Angelini, l’ex  re delle cliniche abruzzesi, il grande accusatore dell’ex presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, nell’elenco dei grandi debitori della Banca Marche svelato dal tg di La7 e rilanciato ieri da Tiscali.

Enzo Angelini

La Commissione Finanze del Senato, su richiesta di governo e Pd, aveva deciso di non rendere pubblici i nomi di chi ha avuto milioni di euro in prestito dalle Banche salvate dallo Stato. In attesa che qualcuno chiarisca chi ha contribuito ad affossare Montepaschi, dopo aver svelato i nomi dei debitori eccellenti della Banca popolare di Vicenza, Enrico Mentana ha rilanciato, rivelando una lista di 50 nomi che non avrebbero saldato i loro debiti con Banca Marche:  persone e aziende insolventi per cifre che vanno da un massimo di 126 milioni agli 11 milioni di Società sportiva romana, quella di Diego Anemone. E in mezzo c’è la Novafin spa e Villa Pini d’Abruzzo per una cifra pari a 22.469.994 euro.
La Novafin spa, con sede legale a Chieti in via contrada San Salvatore, aveva come «soci titolari e diritti su azioni e quote» Vincenzo Maria Angelini e la moglie Anna Maria Sollecito. Il capitale sociale all’epoca della Sanitopoli era di 780 mila euro, diviso in parti uguali. Dalla Novafin spa si dipanavano una serie di altre società, almeno 23 e tra queste molte nel settore della sanità, come Villa Pini, San Stefar, Maristella, Santa Maria. Ma anche in altri settori: nella cura della persone e benessere con una quota del 45% delle quote per le Terme di Popoli; sul tecnologico con la Logicon; sull’economia con Gestioni Manageriali; nell’ambito del mattone con l’Edilizia Industriale, nella farmaceutica con la MaxFarma.

La clinica Villa Pini

La Novafin ha goduto di buona salute con un utile di almeno sei milioni e mezzo di euro fino al 31 dicembre del 2007. Utili mantenuti nonostante il disastro di Villa Pini, controllata all’epoca al 100 per cento dagli Angelini, a cui la Novafin doveva circa 95 milioni di euro. E adesso si scopre che c’era anche lei nella lista delle società insolventi.




Articoli correlati

  • Del Turco, le sorprese dell’appello21 Novembre 2015 Del Turco, le sorprese dell’appello Quel giorno Nicola Trifuoggi era stato chiaro: <Bernardo Mazzocca, l'assessore regionale alla Sanità, non ha preso soldi>. L'unico lì in mezzo, fece capire il procuratore […]
  • Del Turco e Mazzocca, condanne annullate3 Dicembre 2016 Del Turco e Mazzocca, condanne annullate Ci sarà un nuovo processo per l’ex governatore abruzzese Ottaviano Del Turco: la quarta sezione penale della Cassazione ha annullato con rinvio ai giudici di Perugia la sua condanna […]
  • Doppioni a spese nostre23 Settembre 2015 Doppioni a spese nostre Tra tre mesi, no tra quaranta giorni, al massimo ottobre. Pronto, prontissimo il nuovo distretto sanitario di base di Montesilvano costato 619 mila euro e rotti a Stato, Regione e Asl. […]
  • L’uomo del ponte ha detto sì12 Ottobre 2015 L’uomo del ponte ha detto sì Ecco chi è Adriano Canonico, l'ingegnere incaricato dal Comune di Pescara di progettare il ponte del cielo (che come sappiamo, è la copia sputata dell'Infinite bridge realizzato in […]