·Alessandrini, selfie-victim·

Due scatti a distanza di poche ore per un altro illustre telefonino dipendente. Lui è il sindaco di Pescara Alessandrini, le foto in questione campeggiano sui suoi profili social (solo su Face Alessandrini ne ha 3 di pagine ufficiali!) dove lui stesso le ha pubblicate, taggate, commentate. Nella prima siamo nella sala consiliare per il Ciattè d’Oro ( è il 10 ottobre ): mentre gli insigniti di turno sorridono a flash e parenti, Alessandrini scrive o legge qualcosa sul cellulare. Completamente assente, fosse pure per pochi istanti, sbracato in una posa poco consona al momento ( giacca aperta e fascia tricolore accartocciata sul collo!) il sindaco è assorto e concentrato sui bip suoi in barba a chi lo guarda, riprende e fotografa. Di chiunque fosse l’sms ti presto il mio cognome, caro Marco, per dirti che “non si fa”, pena, appunto, lo sgarbo ad ospiti e interlocutori!

Passano 24 ore e toh guardate cosa ha trovato la vostra ( speriamo di già!) Greta Sgarbo sul profilo Face di Alessandrini: nientepopodimeno che un selfie in ambulanza! Alla faccia di Del Vecchio autoritrattosi moribondo sul letto di un ospedale: il sindaco di Pescara viene tamponato in A14 mentre è in viaggio con la moglie e per rassicurare amici, parenti e gufi si spara un selfie in ambulanza con medico, infermiere, moglie distesa sul lettino e hashtag #vivereperaccontare. Siamo al delirio: telefonino dipendente è il commento più ovvio che possa smuovere una faccia del genere (sì, perchè anche sull’espressione di Alessandrini ci sarebbe da far fioccare battute a pioggia!). Che fine hanno fatto riservatezza, privacy, riserbo e compostezza? E, badate bene, non mi sto domandando se sia “legale”, o meno, una foto dentro un’ambulanza in servizio. Sorvolando sui due sanitari immortalati nel sobrio (!) scatto (un lui alle spalle di Alessandrini seriamente concentrato sulla moglie distesa sul lettino, una lei divertita a caccia dell’obiettivo) direi che anche per questa settimana l’# da lanciare è: #menoselfiepiùfatti.

ps: Sto oliando e salando un altro big che già bolle in pentola per lo sgarbo prossimo venturo. Non mancate e …commentate, taggate, postate, linkate etc etc.





Articoli correlati

  • La lunga notte di RoccamoriceAgosto 13, 2017 La lunga notte di Roccamorice “Se devo morire, preferisco morire in battaglia”: dice così Giuliano Diodati, mezz'ora prima del vertice della corrente convocato ieri sera a Roccamorice, con l’assessore regionale Donato […]
  • Teodoro santo subito, solo nei quizOttobre 21, 2017 Teodoro santo subito, solo nei quiz Nato nel 1796 sotto il nome di Arcibaldo Teodoro: in una vita precedente lottò per la sua fede e per questo lo fecero santo. In questa vita, invece, passerà alla storia della politica […]
  • Alessandrini, fuga da DalfyMarzo 1, 2016 Alessandrini, fuga da Dalfy Non è proprio una prova muscolare, ma ci somiglia molto. Lui, Marco Alessandrini, il sindaco di Pescara che prende sberle a più non posso un po' per colpa sua e un po' per colpa di Luciano […]
  • Poltrone per tutti in ComuneGennaio 12, 2017 Poltrone per tutti in Comune La rivoluzione è pronta, almeno nella testa del sindaco. Prima ancora, nella testa del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso: il Comune di Pescara sta predisponendo un […]